Take Five, ovvero prendi 5 persone qualunque a Napoli, ma con una certa esperienza personale, poi mettile a fare un film su una grossa rapina! Questo è Take Five, ultimo lavoro del partenopeo Guido Lombardi, con Gaetano Di Vaio, Peppe Lanzetta, Salvatore Striano, Carmine Paternoster e Salvatore Ruocco.

Lombradi, classe 1975, ha esordito con Là Bas, presentato alla 68° Mostra del Cinema di Venezia e con il quale ha ottenuto diversi premi, su tutti, il Leone del Futuro come miglior esordio e il Flash Forward Award al 16° International Film Festival di Busan, la più importante manifestazione cinematografica asiatica.

Con Take Five Lombardi racconta la storia di cinque “irregolari” con un sogno in comune, quello di arricchirsi, perché ognuno di loro crede che il denaro sia l’unica cosa per la quale valga la pena di vivere. Ma in realtà ci racconta la storia di cinque solitudini che si incontrano in nome di un progetto comune. Girando Take Five, Lombardi ha fatto ricorso agli archetipi del film di genere raccontando a suo modo una porzione del nostro tempo. Un tempo dove le persone sono sole, ossessionate, depresse e dove i soldi e la fama rappresentano l’unica forma di riscatto da un anonimato giudicato insopportabile.

Take Five sarà nelle nostre sale dal 2 ottobre, distribuito da Microcinema.

Sinossi: Un ricettatore. Un gangster depresso. Un pugile squalificato a vita. Un fotografo, ex rapinatore e reduce da un infarto. E un idraulico con il vizio del gioco, che un giorno si ritrova nel caveau di una banca, per riparare una perdita della rete fognaria… e si fa venire un’idea! Cinque “irregolari” alle prese con una rapina milionaria. Diffidenti, solidali, infine travolti da un reciproco gioco al massacro, dove conta soltanto il denaro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *