Odio tante cose e come sapete una di queste é la mattina, anzi svegliarmi presto la mattina. Proprio io che durante gli anni universitari difendevo a spada tratta la sveglia delle 8 a dispetto di coinquiline dormiglione, sono diventata la nemica numero uno della sveglia mattutina. Sarà che dal momento stesso in cui ho stretto in mano il pezzo di carta la mia forza di volontà é venuta meno, sarà che lavorando in una pizzeria torno tardi la sera, ma io la mattina non la vedevo più da un pezzo. Da una settimana, invece, la mia sveglia suona alle 7.30 e voi non potete neppure immaginare quale sofferenza sia per me! Perché la mia sveglia ha iniziato a suonare? Perché é finalmente partito il tanto atteso tirocinio di Garanzia Giovani (di cui vi parlerò prossimamente)! Che poi la sveglia mattutina non sarebbe neppure un grosso problema se non dovessi continuare a lavorare in pizzeria tutte le sere! Capite da soli che 600 euro al mese per sei mesi non servono poi a molto e dunque ho la necessità di portare avanti il mio lavoro da cameriera per arrivare ad una somma decente. Insomma mi tocca lavorare sette giorni su sette mattina e sera per i prossimi sei mesi. Chi me l’ ha fatto fare?? Pure voi avete ragione, ma avevo la necessità economica e mentale, se così si può dire, di dover fare altro, quindi stringo i denti e vado avanti. E non fa niente se questi lavori sono quanto di più lontano ci possa essere dai miei studi, non fa niente se non ho tempo di uscire, non fa niente se quando ho qualche ora libera crollo e vado in coma da sonno, ma non si dica che i giovani non hanno voglia di fare un cazzo, questo no!

2 thoughts on “Lavorare, lavorare, lavorare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *