Il giorno stesso in cui ho scoperto l’esistenza di Un Festival del Cinema Italiano a Malaga mi sono messa in contatto con gli organizzatori con un’idea ben chiara: poterli aiutare! È stato un riflesso automatico, come un formicolio dopo un lungo torpore. Da quanto tempo sono lontana dal Cinema (in tutti i sensi)? Da quando non respiro l’adrenalina di un’inaugurazione, non sento l’emozione della gente in sala, non vedo la soddisfazione a fine proiezione? E allora mi sono detta

“Nancy, per superare l’apatia profonda che ti sta invadendo in questo periodo della tua vita devi lanciarti di nuovo su ciò che più ami”.

Inizia così la mia collaborazione con il Festival del Cine Italiano de Málaga, ed è dunque un piacere raccontarvi qualcosina su questo giovane, ma promettente festival!

Il Festival de Cine Italiano de Málaga (FCIMálaga)

Come dicevo si tratta di un festival giovane, siamo infatti solo alla seconda edizione;  un Festival che nasce grazie alla Dante Alighieri Málaga, con l’intento ben preciso di promuovere, e diffondere, la lingua, ma sopratutto, la cultura italiana. Del resto noi itañoles lo sappiamo bene, puoi comprendere bene la lingua di un popolo solo dopo aver compreso la cultura di quel popolo. L’appuntamento con il cinema italiano, come non poteva essere altrimenti, sarà presso il Cine Albéniz, referente culturale della città di Málaga, nella suggestiva cornice di calle alcazabilla.

Cosa vedremo al #FCIMálaga?

Il festival è giovane, ma non per questo meno interessante, anzi, i quattro film proposti ci restituiscono un quadro decisamente completo del cinema italiano, e celebrano, senza alcun dubbio, le donne. Si parte lunedì 26 con la proiezione Indivisibili, la pluripremiata pellicola di De Angelis, alla presenza delle due protagoniste, Angela e Marianna Fontana.

indivisibili al festival del cine de malaga

Martedì è il turno dell’imperdibile La pazza di gioia di Virzì;

 

 

mercoledì, invece, sarà il turno del documentario Vogliamo anche le rose, per concludere poi la rassegna con un grande classico, Pane e tulipani, alla presenza di Marina Massironi, che proprio con questo film vinse un David di Donatello.

Oltre alle quattro proiezioni diverse sono le attività parallele al Festival, che proseguirà fino a domenica 2 dicembre, dove un concerto dell’Orchestra Sinfonica di Malaga chiuderà in bellezza la seconda edizione del Festival sulle note delle più belle colonne sonore made in Italy.

Larga vida al Festival del Cine Italiano de Malaga

L’augurio per questo piccolo festival è che possa crescere e diventare un referente della cultura italiana a Malaga, e in tutta Andalusia. Spero di vedervi numerosi all’Albeniz, a partire da domani, ore 20.00.

Tutte le informazioni relative al Festival le trovate cliccando qui!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *